audrey_sito2

Ficus Audrey

Ha bisogno di molta luce, ma evitare il sole diretto.

 

 

Durante il periodo di crescita, primavera e estate, ogni 15 giorni con un fertilizzante liquido da sciogliere in acqua.

 

 

In estate bagnare due volte la settimana, in inverno una. E’ meglio bagnare la pianta dall’alto evitando ristagni d’acqua.

FICUS AUDREY
VP/17 Ram. H= 70/80 CM
VP/21 3P H= 100 CM
VP/24 3P H= 100 CM
VP/35 H= 120CM

 

 

 

 

 

 

Il Ficus Audrey (Ficus benghalensis L.) è originario del sub-continente indiano e del Pakistan. Detto anche Banyan, è simbolo nazionale dell’India ed è considerato sacro. Simbolo di fertilità, vita e resurrezione.

Il Ficus Audrey è una splendida pianta d’appartamento di statura medio/alta, le foglie sono grandi di forma oblunga, rigide e coriacee, di color verde scuro e con le venature più chiare; la punta è leggermente arrotondata, carattere che lo distingue dalle altre specie del genere Ficus.

La caratteristica più appariscente della specie (anche se non esclusiva, poiché tipica di altri Ficus) è la produzione costante e massiccia di radici aeree, che si originano dai rami degli individui adulti. Queste crescono lentamente verso il basso, sfruttando anche l’umidità presente nell’atmosfera, finché giungono al suolo e vi penetrano, diventando, per aspetto e funzione, un vero e proprio fusto. Il significato del nuovo tronco non è tanto quello di formare un albero indipendente, quanto di fungere da sostegno alla crescita e all’espansione in orizzontale della branca che lo ha generato. In questo modo il Banyan si allarga continuamente verso l’esterno, potendo l’area coperta dalla chioma raggiungere dimensioni incredibili: diviene un “albero foresta”, composto da un grande fusto centrale, e da innumerevoli fusti secondari, a guisa di colonne di un tempio, di dimensioni ed età variabili. Le particolari modalità di accrescimento ne fanno una tra le specie con maggiori dimensioni della chioma al mondo. Lo stesso tronco principale appare come un amalgama fatto di costole spiralate, ex radici aeree che vi si sono saldate durante la loro discesa.

Nel giardino botanico vicino Calcutta un esemplare gigantesco occupa 1.347 metri quadrati di spazio, ha dei rami alti fino a 24 metri ed ha 250 anni!

Anche per i buddisti il Banyan riveste un’importanza particolare, essendo l’albero sotto cui Buddha sedette per sette giorni, dopo avere raggiunto l’illuminazione, assorbito in una perfetta beatitudine.

 

 

Categoria: