Anthurium-Top
Anthurium-dett

Anturium Andreanum

Ha bisogno di essere collocata in una zona di penombra.

 

Da maggio ad agosto due volte al mese con un fertilizzante liquido completo.

 

Da ottobre a marzo moderatamente, abbondantemente in estate bagnando anche il sottovaso e le foglie due volte al giorno

evitando però i ristagni d’acqua.

ANTURIUM ANDREANUM
VP/14 H= 45 CM
VP/17 H= 70/80 CM

 

L’Anthurium è una pianta tropicale a fogliame decorativo della famiglia delle Araceae. Originaria delle foreste pluviali del centro/sud dell’America equatoriale, è stata introdotta in Europa come pianta ornamentale circa 100 anni fa, il primo anturio in Europa fiorì nelle serre di Londra nel 1889.

Il nome deriva dal greco ánthos, “fiore”, ed ourá, “coda”, ma è noto anche come il “cuore delle Hawaii” o il “fiore fenicottero”.

Le piante in commercio sono ibridi orticoli, ottenuti da incroci fra circa 500 specie e varietà. Ogni varietà ha un nome, per esempio “California” a fiore rosso, “Montana” bianco, “Pandola” rosa ecc.

Si presenta con foglie di colore verde intenso e cuoriformi, il suo valore decorativo deriva dalla bellezza dell’infiorescenza costituita da una grande spata colorata che supporta uno spatice cilindrico bianco-giallastro su cui sbocciano i piccoli fiori. Il colore tipico è il rosso a contrasto del giallo dello spadice ma oggi esistono vari ibridi dagli svariati colori come il bianco, il rosa, l’arancione ed anche una varietà screziata.

La sua popolarità è dovuta, oltre che ai loro colori lucidi e appariscenti, anche alla grande durata dei suoi fiori, se vengono rispettati dei piccoli accorgimenti qui descritti, l’Anthurium può regalare una fioritura continuativa durante tutto l’arco dell’anno.

CURA

TERRENO
Per garantire alla pianta tutte le sostanze necessarie al suo sviluppo e mantenimento, è possibile concimarla con un comune concime per piante fiorite reperibile in qualsiasi garden center, secondo le dosi indicate sul prodotto, ripetere questa operazione mensilmente.
L’Anthurium solitamente non necessita di eccessivo spazio per le proprie radici, e può quindi essere mantenuto nel vaso in cui è stato acquistato per molto tempo; tuttavia, qualora si ravvisi la necessità di un rinvaso, è possibile effettuarlo utilizzando un terriccio che garantisca una giusta areazione delle radici, usando per esempio del terriccio universale mescolato a delle cortecce per orchidee.

ANNAFFIATURA
L’irrigazione non deve essere troppo abbondante, e deve essere effettuata solamente quando si nota che il terriccio inizia ad asciugarsi in superficie, è consigliabile inoltre evitare che si depositi dell’acqua nel sottovaso per troppo tempo.
Essendo una pianta tropicale ama molto l’umidità, per questo per garantire una crescita e una fioritura costante bisogna spruzzare con acqua non calcarea o piovana sulle sue foglie con frequenza settimanale.

ESPOSIZIONE
L’Anthurium predilige posizioni ben illuminate, ma possibilmente non il sole diretto, una finestra a nord ad esempio potrebbe essere l’ideale. La temperatura minima consigliata è di 16°C durante l’inverno ed un massimo di 29°C in estate. Sopporta bene la mezzombra, necessita di 1000 – 1500 lux, ottima dietro la tenda del salotto in veranda o in cucina.

 

 

CURIOSITÀ
  • L’Anthurium è conosciuto anche grazie alle sue eccellenti capacità di purificatore dell’aria, molti studi condotti hanno infatti rivelato che è particolarmente adatto a migliorare la qualità dell’aria che respiriamo nelle nostre abitazioni ed uffici. ( clicca qui per approfondire )
  • Leggende del passato associano all’Anthurium anche uno speciale potere afrodisiaco; i suoi fiori infatti nell’immaginario dell’antica Grecia erano utilizzati come frecce da Cupido, il Dio dell’amore, per far innamorare le persone.
  • La bellezza dell’Anthurium è stata elogiata nei secoli anche da numerosi poeti.
  • Questo fiore ultimamente è stato utilizzato anche da marchi di moda e bellezza. Ad esempio è stato al fianco di Adwoa Aboah per la campagna di Marc Jacobs Beauty, nello showroom di Glossier a New York e tra le composizioni floreali di Mansur Gavriel a Soho. È stato anche trasformato in un orecchino dall’etichetta Barragán per la copertina di Elle Magazine. In passato, i fotografi Ren Hang e Guy Bourdin hanno anche descritto l’Anthurium in modi più provocatori.

 

Categoria: