Croton-giallo
Croton-rosso
Croton-top

Croton

 

Luce diretta per favorire la colorazione delle foglie.

 

 

Da giugno a settembre fertilizzare le piante giovani una volta al mese mentre quelle di maggiori dimensioni una volta a settimana con fertilizzante Completo.

 

Queste piante soffrono la siccità. In inverno si annaffiano scarsamente in estate più di frequente spruzzando
anche le foglie.

CROTON

PETRA
VP/17 H= 55 CM

MIX
VP/12 H= 30 CM

Il Codiaeum, meglio noto come Croton, deriva da “Kodiho” denominazione data alla pianta nei luoghi d’origine ossia in Malesia; non è improbabile che il vocabolo si rifaccia ad una voce greca che significa “capo”, a indicare l’abitudine degli indigeni di intrecciare le foglie di questa pianta per farne ghirlande da portare in occasione di importanti cerimonie religiose.
Appartiene alla famiglia delle Euphorbiaceae ed è una stupenda pianta, anche se i fiori non sono appariscenti, il Croton è molto apprezzato per la colorazione delle sue foglie che da giovani sono verdi con variegature giallo vivo, mentre nelle piante adulte prendono il sopravvento il ruggine e l’arancio che, attraverso una serie di sfumature, arrivano al rosso.

 

CURA

Il Croton è una pianta originaria di zone a clima equatoriale senza escursioni termiche e con precipitazioni elevate legate ai monsoni. Richiede infatti una elevata umidità ambientale ed una temperatura il più possibile costante tra il giorno e la notte intorno ai 23-25°C.
La luce è un altro elemento fondamentale richiedendo molta illuminazione ma mai in pieno sole o vicino ai vetri (per evitare eventuali ustioni).
Attenzione inoltre alle correnti d’aria che non sono in alcun modo tollerate.

Il terriccio deve essere sempre leggermente umido ma mai inzuppato. Questa pianta ha un apparato radicale superficiale e fibroso e va incontro rapidamente ad asfissia radicale nel caso di eccessive annaffiature.
Il terreno più adatto per il Croton è composto da torba e foglie di faggio in modo da avere un terreno leggermente acido (pH 5,5-6,5).
E’ una pianta che ha uno sviluppo molto rapido e pertanto è necessario apportare, soprattutto durante il periodo primaverile-estivo, delle buone quantità di fertilizzante.

 

CURIOSITA’

  • E’ una pianta che grazie alla sua bellezza si adatta sia ad ambienti eleganti, che minimal, ma anche rustici, basta semplicemente adattare il vaso o coprivaso all’ambiente che la accoglie.
  • Come tutte le Euforbiaceae contengono un lattice bianco, molto velenoso che quando si taglia un ramo o una foglia si ha la sua fuoriuscita. Questo lattice, di colore biancastro, è composto di acqua, granuli di amido, alcaloidi, enzimi, sostanze proteiche, resine e gomme ed è velenoso.
  • tra le diverse piante finte è, senza ombra di dubbio, la più copiata
  • Avete intenzione di regalare questa pianta o vi è stata data in dono?
    Sappiate che nel linguaggio dei fiori il suo significato non lascia spazio a interpretazioni, il messaggio è “tu sei capricciosa/o”.
Categoria: